Servizi :: SERVIZI FIDUCIARI

SERVIZI FIDUCIARI

D.G.A. S.R.L. Societą Fiduciaria

Tutela del patrimonio personale ed aziendale

ATTIVITA' FIDUCIARIA

Le società fiduciarie regolate dalla legge 23 novembre 1939, n. l966, sono società commerciali autorizzate a prestare servizi "paraprofessionali" di elevato contenuto specialistico. Esse sono soggette alla vigilanza del Ministero delle Attività Produttive e dallo stesso autorizzate ad operare nel quadro della normativa anzidetta di concerto con il Ministero della Giustizia.

L’attività svolta dalle società fiduciarie può essere così sinteticamente riassunta:

 

- Amministrazione di beni e patrimoni per conto di terzi con o senza intestazione fiduciaria, modalità questa natura essenzialmente formale per consentire un più agevole e riservato adempimento dei compiti di amministrazione da parte della società fiduciaria.

- Rappresentanza di azionisti ed obbligazionisti.

- Organizzazione e revisione contabile di aziende.

- Gestione di patrimoni mobiliari individuali (riservata alle sole società fiduciarie-SIM, iscritte nella sezione speciale dell’albo delle società di intermediazione mobiliare, secondo quanto disposto dall’art. 60, co. 4, del d. lgs. 23 luglio 1996, n. 415 e dall’art. 199 del d. lgs. 24 febbraio 1998, n. 58).

a) Amministrazione di beni e patrimoni – Rappresentanza della clientela (fiducianti)
Tra le operazioni di amministrazione più interessanti si ricordano:
l’amministrazione di immobili, di beni mobili e patrimoni compositi, ivi comprese le eredità, le donazioni, i legati, i beni di fondazioni, i fondi di quiescenza del personale dipendente, i fondi di previdenza di associazioni e di ordini professionali;
l’amministrazione in nome della fiduciaria, ma per conto dei propri fiducianti, di titoli e valori mobiliari in genere, specialmente al fine di garantire la puntuale esecuzione di obbligazioni e transazioni, tutelando cosi i diritti personali e patrimoniali degli interessati e compiendo ogni atto di disposizione in conformità alle istruzioni impartitele, avvalendosi, se del caso, degli intermediari mobiliari autorizzati ad operare nei mercati regolamentati con espressa facoltà accordata dalla CONSOB con provvedimento 4 novembre 1998, di sottoscrivere a nome proprio (ma per conto di fiduciante) contratti di gestione individuale di patrimoni.
la costituzione in pegno o a cauzione al nome della fiduciaria, ma per conto altrui, di titoli, libretti di risparmio e valori in genere, a garanzia di operazioni bancarie e finanziarie;
la rappresentanza di azionisti che si ripropongono di esprimere in una determinata assemblea voto unitario;
la rappresentanza e la tutela dei diritti personali e patrimoniali di azionisti di risparmio e di obbligazionisti, sia in virtù di mandati individuali o collettivi, sia in conformità alle norme di legge sulla nomina del rappresentante comune di siffatte categorie di portatori di titoli di credito;
l’espletamento di incarichi per conto delle società ed enti emittenti per depositi di azioni ed obbligazioni ai fini assembleari, per il pagamento dei dividendi e delle cedole, per il rimborso di obbligazioni ai finì assembleari, nonché per ogni altra operazione disposta dall’emittente sui propri valori mobiliari;
la tenuta del libro dei soci e/o degli obbligazionisti di società quotate in borsa o comunque aventi una larga base azionaria e dei conseguenti adempimenti di carattere civile, amministrativo e fiscale, con particolare riferimento alla convocazione ed allo svolgimento delle assemblee al pagamento dei dividendi o degli interessi, dei rimborsi, ovvero degli aumenti di capitale, all’emissione di obbligazioni, ai raggruppamenti e frazionamenti dei valori mobiliari emessi;
la funzione di "trustee" ai sensi dell’art. 7 della convenzione sulla legge applicabile ai trusts e nel loro riconoscimento adattato a l’Aja il 1° luglio 1985 e ratificata con legge 16 ottobre 1989, n. 364;
la funzione di protector in trusts comunque istituiti.
I rapporti di amministrazione intrattenuti con società fiduciarie, allorché hanno ad oggetto titoli, rientrano fra quelli per i quali il contribuente può optare per il c.d. "regime del risparmio amministrato" di cui all’art. 6 del d. lgs. 21 novembre 1997, n. 461: in particolare, l’intestazione fiduciaria di quote di società a responsabilità limitata è l’unico strumento che legalmente consente ai legittimi proprietari la massima discrezione, pur usufruendo dei benefici fiscali del "risparmio amministrato".
Particolare interesse - nel quadro delle più recenti norme che regolano le società commerciali e i possessi azionari di società creditizie ed assicurative - rivestono gli interventi delle società fiduciarie di amministrazione (ossia che non svolgono attività di "gestione fiduciaria") nelle seguenti aree:
custodia dei valori mobiliari inclusi in sindacati di blocco di azioni, ossia interventi atti a garantire che nessuno degli azionisti riuniti in sindacato abbia a vendere le proprie azioni per un certo periodo, ovvero le venda, ma solo a certe condizioni, ad esempio, agli altri partecipanti al sindacato, ad un determinato prezzo, o anche, ad un prezzo da determinarsi anche a cura della stessa fiduciaria;
attuazione dei sindacati di voto, ossia degli accordi che impegnano i soci a votare in un determinato modo nelle assemblee, agendo la fiduciaria quale comune mandatario irrevocabile per un certo periodo di tempo, con rappresentanza (e cioè in virtù di semplice girata per procura apposta sul titolo al mandante), o senza rappresentanza, ossia in forza di intestazione fidu½iaria descritta al punto 3°.
Nelle ipotesi descritte, l’intervento della fiduciaria quale comune mandataria delle parti, garantisce la concreta sistemazione di interessi talvolta contrastanti, ma tutti coincidenti per quanto concerne la miglior gestione sociale, tra soci aventi responsabilità manageriali e soci finanziatori.

b) Attività di Revisione Aziendale e Organizzazione.
L’attività di Revisione ed Organizzazione Aziendale è volta ad offrire un qualificato servizio di consulenza esterna per studiare, affrontare e risolvere problematiche contabili ed amministrative, individuando le strutture e le dimensioni ottimali, anche sotto il profilo societario.
Tra i servizi più interessanti prestati nell’ambito di questa attività:
studio ed assistenza per la costituzione e l’impianto delle strutture contabili ed amministrative di imprese, enti e società di qualsiasi tipo; per operazioni sul capitale e per ogni altro atto della vita delle imprese, enti e società aventi implicazioni amministrative e contabili;
assistenza nella ristrutturazione della contabilità e dell’amministrazione di aziende in crisi, o in fase di sviluppo;
revisione di conti e partite attive e passive;
valutazioni di aziende e di patrimoni, anche in collaborazione con periti designati da terzi ed in particolare dall’Autorità giudiziaria (ad esempio nelle ipotesi di conferimenti in società di beni in natura, ovvero di fusioni societarie comportanti il concambio di azioni);
esame e revisione privatistica dei bilanci ed altri rendiconti finanziari in relazione ad acquisizioni, concentrazioni e fusioni di società ed aziende, di concessioni di credito e finanziamenti, nonché in vista di cessioni, anche al pubblico, di pacchetti azionari;
studio ed assistenza nella realizzazione di particolari combinazioni aziendali e societarie (concentrazioni, scorpori, fusioni, scissioni, cessioni ed acquisizioni di aziende o di rami di attività) sotto il profilo organizzativo, amministrativo e contabile, provvedendo, se del caso, all’adempimento delle prescritte formalità, anche avvalendosi di professionisti particolarmente qualificati;
formazione ed aggiornamento professionale collettivo, sia attraverso gruppi di studio e di lavoro, sia con iniziative seminVerdanai, quali incontri-dibattiti e giornate di studio.
E' opportuno notare che, per quanto riguarda le attività di amministrazione e di revisione e organizzazione contabile, lo stretto collegamento, anche operativo, esistente tra i due servizi rende possibile una serie di prestazioni integrate in campo fiduciario classico, che va dalla revisione ed organizzazione contabile alla organizzazione amministrativa e societaria, con un evidente effetto sinergico per la qualità dei risultati a tutto vantaggio dei fiducianti.

c) Servizio di gestione fiduciaria di patrimoni.
L'attività di gestione di patrimoni mediante operazioni in valori mobiliari - già regolata dall’art. 17 della legge 2 gennaio 1991, n. 1 - lo è ora dal T.U. in materia di intermediazione finanziaria (D.Lgs. n. 58 del 24 febbraio 1998). Tali norme consentono alle società fiduciarie, già autorizzate ai sensi della legge n. 1966/1939, di effettuare la gestione di patrimoni "con intestazione fiduciaria" come disposto dal T.U. stesso. Tali attività vengono svolte sotto la vigilanza di CONSOB e Banca d’Italia. Alle società fiduciarie di gestione la legge n. 1966/1939 più non si applica.
La legge dispone che le società fiduciarie di gestione, iscritte nella sezione speciale dell’albo SIM, esercitino l’attività di gestione con intestazione fiduciaria "in via esclusiva", previa integrazione della ragione sociale con l’indicazione di "società fiduciaria SIM".
Per i rapporti di gestione intrattenuti con società fiduciarie di gestione, il contribuente può optare per il c.d. "regime del risparmio gestito" di cui all’art. 7 del d. lgs. 21 novembre 1997, n. 461.